> Freddo, il piano e i consigli del Comune

Fonte Comune di Livonro

neveNei prossimi giorni le temperature scenderanno sensibilmente e secondo le previsioni il freddo intenso arriverà anche a Livorno.

Il Comune ha predisposto pertanto un piano “emergenza freddo” che vede coinvolti gli uffici della Protezione Civile e del Sociale, con il fondamentale sostegno del volontariato cittadino.

Il piano è stato illustrato a Palazzo Municipale dal vicesindaco con delega alla protezione Civile Bruno Picchi e dall’assessore al Sociale Gabriele Cantù insieme al responsabile comunale della Protezione Civile Leonardo Gonnelli il quale ha anche fornito il quadro delle previsioni meteo ed ha anche fornito una serie di consigli utili per i cittadini.

LE PREVISIONI DEL TEMPO
Nei prossimi giorni, l’inverno si consoliderà in maniera più decisa nel Bacino del Mediterraneo. Una profonda saccatura artica affonderà dalla Scandinavia fin verso il cuore del Mediterraneo dirottando sul nostro bacino un flusso insistente  di aria fredda polare.
Il ciclone andrà a innescare basse pressioni abbastanza stazionarie in prevalenza sul Centro-Sud Italia ma in rapida formazione sull’alto Tirreno.
I fronti in arrivo saranno associati a venti freddi da Nord. Temperature di 3/5° sotto le medie stagionali (ricordiamo che le temperature medie di Livorno a dicembre si attestano intorno ai 9°C).

Le previsioni dello stato del cielo a medio-termine tra il 7 ed il 16 di dicembre prossimi non escludono che oltre a fasi di piogge si possano anche avere precipitazioni nevose anche a bassa quota.

IL PIANO “EMERGENZA FREDDO” DEL COMUNE

La Protezione Civile del Comune di Livorno ha portato a livello 1 “Pre-operativo” il Piano di emergenza freddo; il sale già nei depositi, sta per essere consegnato nelle quantità necessarie per contrastare eventuali problemi dovuti a presenza di neve e ghiaccio, specialmente nelle aree più elevate di altitudine del nostro territorio. Pre-allertato anche il sistema di accoglienza per senza tetto che entrerà in funzione nel caso in cui si raggiungano temperature rigide in periodo notturno.

ALCUNI CONSIGLI PER FARCI TROVARE PRONTI DAL FREDDO
Temperature particolarmente rigide e maltempo costringeranno a bruschi cambiamenti nelle proprie abitudini. Ci sembra importante informare i cittadini su come prepararsi a queste giornate che si annunciano più fredde.

1.        Il primo consiglio riguarda il riscaldamento<http://www.greenstyle.it/tag/riscaldamento> e la temperatura degli ambienti domestici, che deve essere compresa tra i 19 e i 22 gradi. Va rammentato anche di dotare i propri termosifoni di umidificatori, per evitare che l’aria si secchi in maniera eccessiva.

2.        Per ridurre  le dispersioni di calore all’interno di un appartamento si possono utilizzare dei paraspifferi, ovvero dei rotoli, perlopiù realizzati in stoffa e riempiti di sabbia che, posizionati al margine inferiore delle porte esterne, consentono di limitare il passaggio di aria fredda. I paraspifferi si trovano in commercio anche in versione più  tecnologica, composti cioè da doppio rullo di materiale isolante, da posizionare a cavallo della parte bassa della porta.

3.        Proteggere con cura i contatori dell’acqua ubicati all’esterno delle abitazioni ad esempio utilizzando piccoli alloggi di polistirolo o di materiale coibentante. Nelle nottate più fredde è possibile lasciare un piccolo filo d’acqua aperto da un rubinetto. L’acqua può essere raccolta in un recipiente e può essere riutilizzata in seguito.

4.        Intervenendo sui serramenti, per ridurre il freddo, si possono applicare delle guarnizioni nuove, sostituendo quelle vecchie o integrandole con altre tipologie. Anche la sostituzione o la scelta delle tapparelle invece degli infissi, permette di migliorare la dispersione e fa risparmiare sul riscaldamento.

5.        L’uso dei doppi vetri è un buon metodo per risparmiare anche nel tempo sul riscaldamento domestico, con percentuali anche intorno al 20 – 25 %; in questo caso si può optare per la sostituzione della lastra di vetro o l’introduzione di un altro serramento, più interno, creando una doppia finestra.

6.        Curare l’aerazione dei locali, con particolare riferimento all’uso di caldaie<http://www.greenstyle.it/caldaie-dal-15-ottobre-via-libera-come-affrontare-i-controlli-5332.html> o stufe a gas: l’accumulo di monossido di carbonio rappresenta un potenziale pericolo per la nostra vita. In questi casi, come nell’utilizzo di stufe elettriche, a pellet<http://www.greenstyle.it/stufe-a-pellet-funzionamento-e-vantaggi-5912.html> o anche di borse dell’acqua calda, va evitato il contatto diretto con il corpo.

7.        Ulteriore attenzione va prestata ai cosiddetti soggetti deboli, come bambini e anziani. Con gli ultimi, qualora dovessero abitare da soli, occorrerà mantenere contatti periodici e frequenti, così da poter intervenire prontamente in caso di necessità di cibo o medicinali.

8.        I rimedi naturali<http://www.greenstyle.it/freddo-rimedi-naturali-per-combatterlo-7333.html> giocano un importante ruolo contro il freddo, specialmente quando parliamo di alimentazione. Assicurasi di nutrirsi con pasti e bevande calde durante la giornata, evitando le bevande alcoliche poiché favoriscono la dispersione del calore corporeo.

9.        Nei limiti del possibile, evitare di uscire di casa la mattina presto o la sera tardi.

10.    Qualora si debba uscire, meglio indossare un abbigliamento appropriato come cappotto, giacca a vento, sciarpa, guanti e cappello. Quella del “vestirsi a strati” soprattutto per i bambini è una regola molto valida. Evitate se possibile sbalzi di temperatura tra l’esterno e ambienti eccessivamente riscaldati.

11.    Nel caso dobbiate viaggiare in auto portate con voi una bevanda calda, eventualmente in un thermos, oltre ad un calda coperta di lana o pile: nello sfortunato caso doveste avere noie alla vettura, sareste in grado di attendere i soccorsi in condizioni certamente meno rischiose.

12.    Gli automobilisti, in particolar modo quelli che usano il gasolio, possono aver problemi di avviamento perché la paraffina si congela nel filtro, anche se il gasolio venduto in pianura, è protetto dal ghiaccio fino a -12 °C.

13.    Anche le batterie, specie quelle un po’ vecchie, perdono rapidamente di potenza con l’abbassarsi della temperatura, a -10 °C addirittura la metà. Meglio avere pronti i cavi.

14.    Evitare la sindrome Apocalisse o Maya, non vi è alcuna necessità di fare scorte alimentari fuori del normale.

15.    Per coloro che abitano alle quote più alte della città consigliamo di attrezzarsi con una pala a lama e una piccola scorta di sale per riuscire a tenere efficienti gli accessi privati.

16.    Ricordare i numeri attivi 24 su 24 h. della Centrale Operativa che può attivare la Protezione Civile per ogni problema. 0586 820.420 o 0586 820.421.

Advertisements

Un pensiero su “> Freddo, il piano e i consigli del Comune

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...