>Aamps, Cosimi: “con Rosi esperienza chiusa di comune accordo”. Cooplat, “Nessun bando al ribasso”

Fonte: Comune di Livorno 

protesta_cooplatAl termine dell’assemblea dei soci Aamps nel corso della quale si è preso atto del termine del rapporto con l’Amministratore Unico, Angelo Rosi, senza ricorrere a proroghe, il sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, ha rilasciato questa dichiarazione: “Quella della di Rosi, amministratore unico di Aamps è un’esperienza chiusa di comune accordo.
Rosi ha fatto un ottimo lavoro di tipo finanziario, rimettendo l’azienda nelle condizioni fondamentali per operare un percorso di salvaguardia degli equilibri economico-finanziari, ma anche per dare uno sviluppo industriale, che è quello di cui Aamps ha bisogno.”

A proposito delle polemiche sui toni utilizzati da Rosi nella sua conferenza stampa di mercoledi scorso, il Sindaco ha spiegato che “ognuno ha un proprio profilo e le cose che ha detto Angelo Rosi io le avrei sostenute in termini completamente diversi. D’altra parte ritengo che ci sia stato , in questi giorni, un attacco sostanziale a Rosi, con giudizi sprezzanti ingiustificati che non corrispondono assolutamente alla sua caratura. Ovviamente, per il percorso e il vissuto che ho, non mi sarei mai permesso di fare alcune considerazioni sui lavoratori come quelle fatte da lui”.

Mentre si svolgeva l’assemblea di Aamps, davanti al palazzo comunale i lavoratori della Cooplat manifestavano richiedendo garanzie sul proprio contratto e sul posto di lavoro; a questo proposito il sindaco ha affermato che “questa situazione delle aziende che lavorano su servizi esternalizzati è ormai una problematica di livello regionale e nazionale. Si sta discutendo dell’applicazione del contratto Fise o di altri contratti.

Voglio però precisare che, in questo momento, da parte di Aamps non c’è alcun bando di gara “al massimo ribasso”, chi lo sostiene dice bugie. Naturalmente, rispetto alla scadenza del 31 marzo dell’attuale contratto con Cooplat ci sarà una proroga, perché il cambio di Amministratore richiederà a chi arriverà una necessaria riflessione. Poiché ci siamo presi l’impegno di nominare il nuovo Amministratore di Aamps entro i prossimi sette giorni lavorativi, cioè il prossimo 4 marzo, siamo nella condizione di dire che proporremo le indicazioni, che abbiamo già fatto a Rosi, in merito alla tutela anche dei lavoratori che sono nelle ditte che lavorano nei servizi esternalizzati dall’azienda.

Ognuno assolva a pieno le proprie responsabilità e mi sembra che per adesso nessuno abbia fatto il bando per la gara dei servizi esterni al “massimo ribasso”, per cui l’esasperazione di toni e proteste è ingiustificata”.

Il Sindaco ha poi concluso con una considerazione e un appello: “Certo non si può pensare di fare un percorso che efficienti l’azienda, che prosegua con le esternalizzazioni agli stessi costi di oggi e, magari, abbassi anche la TIA, senza un accordo che dia garanzie alla proprietà, cioè al Comune di Livorno, e che impegni i sindacati a un percorso di maggiore efficacia, di efficienza e di lavoro. Altrimenti credo che in questa situazione servirebbe, permettete la battuta, non il Sindaco o un amministratore, ma un personaggio come Herry Potter. E questo francamente credo che non sia giusto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...