Emergenza idrica, il Sindaco ha ringraziato i volontari che hanno assistito la cittadinanza

Fonte Comune di Livorno

Il sindaco Alessandro Cosimi insieme all’assessore Massimo Gulì e al responsabile della Protezione Civile del Comune Leonardo Gonnelli ha ringraziato pubblicamente nel corso di un incontro nella sala del Consiglio Comunale i volontari che hanno collaborato con il Comune in occasione dell’emergenza idrica.
“E’ doveroso e sincero il ringraziamento – ha esordito il Sindaco – verso tutti quei volontari che, coordinati dalla nostra Protezione Civile, hanno lavorato incessantemente per 4 giorni per approvvigionare la città di acqua e garantire assistenza ovunque ve ne fosse bisogno.
Il volontariato ha dimostrato anche in questi giorni la propria complessità, diversità, capacità. Il fatto di averli fatti partecipare da subito all’Unità di crisi è stato un punto di forza per avere un loro contributo pratico di idee e un quadro chiaro del numero di persone e di azioni da poter mettere in campo”. E per quanto una città possa avere un sistema di Protezione Civile evoluto, senza volontariato non si può andare avanti”.
“A fronte di ciò – ha evidenziato il Sindaco – è invece precisa responsabilità dell’Amministrazione spiegare alla città cosa è accaduto al “tubone” dell’acquedotto, perché, e come si è intervenuti per riparare la rottura.
Tre, quatto giorni senza acqua sono una situazione grave, intollerabile per il nostro vivere quotidiano, in cui diamo per scontato avere un certo tipo di servizi.
Come è stato possibile rimanere senz’acqua, di chi la colpa?
Domande legittime, cui il nostro dovere è trovare una risposta chiara.
Pr questo nella mia comunicazione al Consiglio Comunale – ha ricordato Cosimi – ho subito proposto di costituire una Commissione che, in tempi definiti, arrivi a formulare alla città la lettura di quanto avvenuto. Proposta che i Capigruppo di tutte le forze politiche hanno condiviso formulando la proposta di costituzione sin dalla prossima seduta del Consiglio.
In quella Commissione – ha precisato il Sindaco – dovrà essere l’ASA in primis a venire a spiegare cosa è successo, se fosse stato prevedibile e come ha operato per riparare il più velocemente possibile il guasto”.
Ai cittadini che in questi giorni hanno sofferto i disagi della mancanza d’acqua chiediamo scusa – ha ripetotu Cosimi – non ci tiriamo indietro dai nostri compiti e non ci sottrarremo al dovere di cambiare procedure, metodi e responsabilità che non hanno funzionato. E li ringraziamo nuovamente per la compostezza e la civiltà che hanno dimostrato nei giorni dell’emergenza.
Siamo orgogliosi – ha aggiunto – che tutti i livornesi diano per acquisito il nostro sistema di servizi: un acquedotto che garantisce 24 ore su 24 acqua potabile di qualità a tutta la città e che solo martedì scorso ha subito un incidente di questa portata; un sistema di depurazione che permette a Livorno di avere la bandiera blu e a tutti i cittadini di tuffarsi in mare in pieno centro, un sistema dei rifiuti che non ha mai fatto vivere un giorno di crisi, come purtroppo accaduto a molte altre città italiane. Non consideriamo ovviamente questi servizi un privilegio -ha specificato – ma ne rivendichiamo, nel tempo, la paternità.
Proprio per questo, senza esitazioni e senza giustizialismi – ha concluso Cosimi saranno valutate , rispetto all’emergenza che abbiamo vissuto nei giorni scorsi, le responsabilità di tutti, del Sindaco in primis”.

NUMERI “IN PILLOLE” DELL’EMERGENZA

Numero di persone dedicate all’emergenza compreso il volontariato 250
(escluso l’impegno degli operativi per riparare il danno di ASA)

Durata dell’emergenza (in ore continue) 68

Punti massimi di prelievo dislocati in città 29

Telefonate pervenute al centralino telefonico del Ce.Si. 9.223

12 marzo 3540
13 marzo 2850
14 marzo 2132
15 marzo 701

Erogazione acqua
dalle ore 16.00 del giorno 13 marzo alle ore 13,00 del giorno 15 marzo

1.450.000 litri erogati dalle autobotti
230.000 litri erogati dai punti di prelievo
165.000 litri erogati da serbatoi fissi
16.000 litri erogati da autobotte con acqua non potabile
17.500 litri distribuiti con i sacchetti

Somma Potabile distribuita alla popolazione 1.862.000 litri

ATTIVITA’ SVOLTE DAL VOLONTARIATO

ASSOCIAZIONE VOLONTARIATO

ATTIVITA’ EFFETTUATA

UOMINI/TURNO

A.N.C. – ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI

Supporto alla distribuzione acqua alle autobotti di piazza della Repubblica, e di via Torino

40

CISOM

Supporto alla distribuzione acqua all’autobotte di v.le della Liberta’ e sacche in zona Magenta

40

C.R.I. – CROCE ROSSA

Supporto alla distribuzione acqua all’autobotte di p.zza Dante e sacche zona La Rosa

40

MISERICORDIA ANTIGNANO

Supporto alla distribuzione acqua all’autobotte di l.go Cristian Bartoli

40

MISERICORDIA LIVORNO

Supporto alla distribuzione acqua all’autobotte di l.go Cristian Bartoli

4

MISERICORDIA MONTENERO

Supporto alla distribuzione acqua all’autobotte parcheggio cimitero Misericordia – Supporto alla distribuzione delle sacche acqua potabile a Castellaccio e Montenero – Supporto scarico buste acqua potabile al Campo Scuola – Supporto con propria autobotte (TSK) per rifornimento Santuario di Montenero, residenza assistenziale di v.lla del Colle, e di v.lla Gemma

60

R.C.F. – RADIO CLUB FIDES

Gestione numero telefonico 0586 446622 – Supporto distribuzione acqua all’autobotte di via Settembrini (parcheggio COOP La Rosa) – Supporto alla distribuzione acqua alla distribuzione diretta di p.zza del Cisternone – Supporto alla distribuzione acqua imbustata insieme al personale del Comune di Livorno alle persone anziane e con altri problemi.

80

S.V.S. – SOCIETA’ VOLONTARIA DI SOCCORSO

Supporto alla distribuzione delle autobotti di via F.lli Gigli,di via F.lli Bandiera e p.zza Sforzini – Supporto alla distribuzione acqua imbustata alla popolazione in piazza barriera Garibaldi – Supporto con propria autobotte (TSK) alla popolazione in piazza barriera Garibaldi – Supporto scarico sacche acqua potabile al Campo Scuola – Supporto alla distribuzione acqua imbustata alle persone anziane zona Guglia e Colline e con altri problemi.

206

Totale 510

Il centralino telefonico del Ce.Si. presso l’UfficioProtezione Civile ha gestito complessive 9223 telefonate da cittadini così suddivise nei 4 giorni dell’emergenza:

12 marzo 3540
13 marzo 2850
14 marzo 2132
15 marzo 701

Le Associazioni di Volontariato incaricate dell’approvvigionamento con le sacche d’acqua hanno consegnato alla cittadinanza complessive n. 3500 contenitori.

ATTIVITA’ SVOLTE DALLA STRUTTURA COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

Gli operatori specializzati Idraulici hanno operato su tutte le strutture c.li (scuole e uffici) per il controllo e monitoraggio degli impianti idraulici con n. 5 persone per i giorni del 13,14 marzo in orario dalle ore 7,30 alle ore 20,00.

Il giorno 15 marzo sono stati affiancati da un Tecnico per gli impianti termici , 4 geometri e n. 3 Ditte idrauliche.
Nella giornata del 16 si è proceduto alla verifica e controllo delle strutture scolastiche non ancora verificate.
Presso la sala controllo ricarica autobotti collocata presso l’Ufficio Tecnico di ASA l’Ufficio protezione Civile ha distaccato n. 4 Tecnici in turni a rotazione a partire dal giorno 13 al giorno 15 con orario continuato dalle ore 7,00 alle ore 24,00. Dalla sala sono state gestite tutte le fasi di approvvigionamento dei 29 punti di prelievo presenti quotidianamente per complessivi 1.878.000 lt..
L’UfficioProtezione Civile ha gestito autonomamente con n. 2 Tecnici le richieste di persone particolarmente bisognose e non autosufficienti procedendo alla consegna di contenitori d’acqua da 25 lt/cad. per complessivi 96 interventi domiciliari nelle fasce dalle ore 8,00 alle ore 24,00.
La gestione Amministrativa delle fasi emergenziali è stata effettuata da n. 2 Amministrativi dell’Ufficio Protezione Civile nella fascia oraria dalle ore 8,00 alle ore 20,00.
Il Coordinamento complessivo di tutte le operazioni è stato gestito da n. 1 Tecnico di questo Ufficio dalle ore 7,00 alle ore 1,00.
Complessivamente la struttura di Protezione Civile del Comune di Livorno ha impegnato n. 20 tra personale Tecnico e Amministrativo che hanno operato da martedì 12 a venerdi 15 per complessive ore 200 oltre il normale orario di lavoro.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...