Per non dimenticare la tragedia del Moby Prince

Di Michela Giorgi

Il 10 aprile 1991 è la data di quella terribile sera in cui persero la vita 140 persone a bordo del traghetto Moby Prince che entrò in collisione con la petroliera Agip Abruzzo a largo del Porto di Livorno.
Da allora sono passati 22 anni e per non dimenticare questa tragedia anche quest’anno il Comune di Livorno insieme alla Provincia, alla Regione Toscana e all’associazione “140” Familiari delle Vittime Moby Prince ha organizzato una serie di iniziative che sono cominciate martedì 9 aprile con la proiezione alle ore 17.30 del video dello spettacolo teatrale di impegno civile MT Moby Prince di Francesco Gerardi presentato dalla compagnia Nave Europa nata a Pisa nel 2005, le cui opere teatrali si incentrano su argomenti di attualità che riguardano casi non ancora risolti.
Alle ore 21.30 è andato in scena lo spettacolo di Francesca Talozzi “1991: Il fatto non sussiste” il cui sottotilo è “Appunti di memoria cittadina” rappresentato dall’associazione Effetto Collaterale proponendo un “viaggio nella memoria” a distanza di 22 anni.
Il 10 aprile è stata inaugurata la sede dell’Associazione “140” in via G.M Terreni n.2 (ex palazzo di vetro) ed erano presenti l’assessore alle Culture del Comune di livorno Mario Tredici e il presidente dell’associazione Loris Rispoli.
Mario tredici ha affermato che nel luogo dove adesso vi è la sede dell’associazione “140” vi sono state altre associazioni importanti, per cui è giusto che anch’essa abbia lì il suo posto.
Tredici ha sottolineato che nelle fotografie appese alla parete della sede c’è tutto il senso di questi 22 anni ed ha ricordato che quella sera lui lavorava in una redazione giornalistica di Livorno e che quindi purtroppo si trovò insieme a tanti altri a seguire la tragedia.
Loris Rispoli è intervenuto ringraziando l’amministrazione comunale di Livorno che ha mantenuto la promessa di dare una sede all’associazione in modo da poter avere un luogo della memoria dove ritrovarsi e dove poter mettere in campo tutto l’impegno per trovare la verità sulla morte delle 140 vittime.
Dopo l’inaugurazione della Sede dell’Associazione “140” è stato proiettato al teatro C il docufilm Ventanni di Francesco Sanna a cura di Mediaxion Società Cooperativa “Ventanni, Storia privata del Moby Prince”.
Alle ore 12 in Cattedrale è stata celebrata la Funzione Religiosa da Don Felice Munaro, canonico della Cattedrale.
Nel Pomeriggio il Sindaco ha incontrato nella Sala Consiliare del Palazzo Civico le Autorità ed i familiari delle 140 vittime ed ha letto la lettera che ha ricevuto dal presidente del Senato Pietro Grasso che annuncia la commissione d’inchiesta parlamentare sulle stragi in generale e sulla Moby Prince in particolare.
Il corteo è partito dal Palazzo Civico dirigendosi al Porto presso l’Andana degli Anelli dove vi è stata la deposizione del cuscino di rose del Presidente della Repubblica, la lettura dei nomi delle vittime e il lancio di rose in mare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...