Calcio, Sassuolo – Livorno 1-0. Si va ai Playoff con il Brescia

Di Luca Aprea, www.amaranta.it

logo_livorno“Per vincere questa partita dobbiamo essere pronti ad affrontare anche la sconfitta”. Mister Nicola l’aveva messo in conto è purtroppo è accaduto. Il Sassuolo batte 1-0 gli amaranto e vola in serie A insieme al Verona che, come ampiamente previsto, si divide la posta con l’Empoli assicurandosi così la seconda promozione diretta. Per il Livorno, ancora una volta, il destino è segnato: playoff. L’avversario sarà il Brescia che oggi ha battuto 2-0 il Varese nello scontro diretto per l’ultimo posto disponibile per gli spareggi. Un replay della splendida serata della scorsa settimana. L’impresa era difficile, lo sapevamo. Ma ora guai a piangersi addosso. Niente è ancora perduto.

In molti avevano dato il Sassuolo in difficoltà, soprattutto dal punto di vista mentale. Non è andata così. I neroverdi affrontano il loro appuntamento con la Storia in modo impeccabile e, nonostante giochino con due risultati su tre a disposizione, mettono subito in chiaro di voler vincere a tutti i costi. Pronti, via e subito Missiroli scheggia la traversa. Poi sono Catellani e soprattutto Boakye a far tremare il Livorno.

Dopo una prima parte di tempo decisamente terribile gli amaranto cominciano a prendere progressivamente campo e coraggio e con Paulinho si rendono pericolosi due volte. Il Betanin sfiora il bersaglio grosso prima con un bel colpo di testa e poi con bel tiro a girare. La partita si gioca sul filo dei nervi. Ostinelli tiene bene la gara in pugno ma “grazia” Longhi che, già ammonito, risolve un battibecco con Dionisi spingendolo platealmente a terra a palla lontana. Richiamo verbale per entrambi e numero 3 neroverde salvo.

In avvio due episodi ravvicinati cambiano totalmente il corso della gara: al minuto 52 il Sassuolo si divora una monumentale palla gol con Boakye e sul capovolgimento di fronte Antei si guadagna il secondo giallo lasciando la capolista in dieci. Di Francesco cambia tutto. Fuori Catellani dentro Frascatore. Fuori Longhi dentro Laverone. Nicola prova a osare inserendo prima Gemiti e poi Dell’Agnello. La partita improvvisamente cambia corso con il Livorno padrone del campo e vicino al gol in più di un’occasione, il Sassuolo in affanno totale.

Il finale è tutto giocato sui nervi, che saltano in più di un’occasione. In uno dei tanti parapiglia Berardi e Fiorillo esagerano, almeno secondo Ostinelli, che li manda sotto la doccia anzitempo.
Le tattiche sono saltate, il Livorno ci prova ma il Sassuolo, seppur in inferiorità numerica si getta generosamente in avanti ad ogni contropiede, sbagliando più di una volta e in modo incredibile, il gol che avrebbe chiuso la contesa. All’ultimo respiro però Missiroli non fallisce regalando alle “piastrelle” la Serie A. Per gli amaranto un’ulteriore appendice di sofferenza. Mercoledì si torna subito in campo. Non è ancora finita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...