Ultimi giorni per la mostra di Sayaka Ganz alla Fondazione Geiger

Fonte ILogo

C’è tempo fino a domenica 26 maggio per visitare la mostra “Danze della natura” dell’artista giapponese Sayaka Ganz nella Sala Esposizioni della Fondazione Culturale Hermann Geiger, piazza Guerrazzi 32, Cecina ( Li), curata da Alessandro Schiavetti. Una mostra che ha riscosso un grande successo di critica e pubblico, fino adesso sono stati oltre 7000 i visitatori, a conferma dell’interesse verso questa giovane artista giapponese alla sua prima esposizione in Europa. Le sue installazioni hanno colpito per il tema, l’arte realizzata con rifiuti di plastica, e la tecnica che rendono uniche le sue opere variopinte raffiguranti animali. Cani, cavalli, aironi ma anche delfini e balene, che sembrano in movimento all’interno dei loro habitat naturali ricostruiti grazie alla multimedialità. Un esempio di come i rifiuti possono avere una seconda vita e dare forma ad una espressione artistica intelligente e raffinata con un forte messaggio ecologico. Sayaka Ganz è nata a Yokohama ma residente da diversi anni negli Stati Uniti. “La mia arte è ecologista e antagonista alla società dei consumi e alla teoria della crescita illimitata”, ci tiene a sottolineare l’artista.Questo processo creativo è influenzato sia dalla cultura giapponese che dalla vita vissuta: secondo le antiche credenze shintoiste anche gli oggetti hanno un’anima e ai bambini giapponesi viene insegnato che gli oggetti buttati via prima del tempo nella notte piangono nel cestino dei rifiuti.  “Il mio punto d’ispirazione è la natura – ha aggiunto Sayaka ganz – per questo ho concentrato la mia attenzione sugli animali. Ogni opera nasce dagli oggetti di plastica di uso quotidiano che raccolgo tra quelli buttati via, reperti anonimi e banali del nostro presente come forchette, mestoli, scolapasta e tanti altri. Poi decido quale animale realizzare studiando prima il suo aspetto in ogni dettaglio. Il passaggio successivo è quello di mettere insieme ogni singolo pezzo di plastica fino a quando non raggiungo la forma e il cromatismo desiderato, ponendo molta attenzione al movimento e creando qualcosa che abbia un senso di appartenenza anche figurativo”. Il percorso espositivo comprende anche una sezione denominata “Luminariales”, installazioni coloratissime in plastica riciclata, illuminate e messe in movimento grazie alla collaborazione con Jim Merz, artista originario di Portland e dedito all’arte cinetica, che da 3 anni collabora con Sayaka per la creazione di queste opere. La mostra, allestita nella Sala Esposizioni della Fondazione Culturale Hermman Geiger in Piazza Guerrazzi 32 a Cecina (Li), è stata inaugurata sabato 30 marzo e rimarrà aperta fino a domenica 26 maggio 2013, tutti i giorni dalle 16 alle 20 con ingresso libero. Info: Fondazione Culturale Hermann Geiger, tel. 0586.635011, www.fondazionegeiger.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...