Presentazione del libro “Bostoniani a Livorno: il console Thomas Appleton e i suoi conterranei”

Di Michela Giorgi

bostoniani_livorno

Il volume è disponibile su Amazon.it

Maria Argiero e Algerina Neri sono le scrittrici del libro edito da Pluss, Pisa University Press, dal titolo, Bostoniani a Livorno: il console Thomas Appleton e i suoi conterranei.

Questo volume ricostruisce il periodo storico tra fine settecento e primi ottocento, che fu molto importante non solo per l’Italia, che intraprese i rapporti diplomatici con gli Stati Uniti, ma soprattutto per Livorno perchè vi fu istituito il primo Consolato Americano.

Nei capitoli di esso sono stati analizzati e spiegati i documenti del Consolato che sono conservati negli Archivi Nazionali di Washington (D.C.).

Nella prima parte della pubblicazione si narra che il primo console a Livorno degli Stati Uniti è stato l’imprenditore Filippo Filicchi che ricevette la nomina dal presidente George Washington nel 1794.

Dopo quattro anni Filicchi fu sostituito dall’americano Thomas Appleton, che nacque a Boston nel Massachusettes, il 31 marzo 1812.

Appleton, che mantenne la carica di console per quarantadue anni dal 1798 al 1840, si sposò con la sua governante, Vincenza Trentanove e morì il 17 aprile 1884.

L‘ultima parte del libro è una piacevole antologia di testi dei viaggiatori americani, per la maggior parte intellettuali, mercanti e diplomatici, che racconta le loro esperienze quando sostarono a Livorno tra il 1779 e il 1822.

Bostoniani a Livorno, il console Thomas Appleton e i sui conterranei, è stato presentato nel corso del pomeriggio di giovedì 13 giugno 2013, presso la meravigliosa Sala degli Specchi di Villa Mimbelli a Livorno.

L’incontro è stato organizzato dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Livornese di Storia Lettere e Arti, insieme al Comune di Livorno.

Hanno partecipato Mario Tredici, Assessore alle Culture del Comune di Livorno, il Prof. Maurizio Vernassa, Presidente dell’Associazione Livornese di storia di Lettere e Arti, Luca Codignola-Bo, Professore ordinario di Storia e Istituzioni delle Americhe (Università di Genova), Stefano Villani, Professore associato di Storia Moderna (Università di Pisa).

L’assessore Tredici è intervenuto spiegando che i viaggiatori dell’epoca avevano a disposizione notevoli sostanze economiche che gli permettevano di spostarsi a Livorno, scambiando interessi culturali e lasciandoci quindi importanti testimonianze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...