Start Livorno con Patrizia Sandretto Re Rebaudengo

Di Redazione

villa handerson museo storia naturale

Giovedì pomeriggio, 27 giugno 2013 all’Auditorium del Museo di Storia Naturale a Villa Henderson a Livorno si è svolto un incontro, introdotto da Alice Barontini curatrice insieme a Enrica Greco di Start Livorno, dedicato a Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, una delle più grandi collezioniste di arte contemporanea.

L’evento ha dato inizio alla 1° edizione, densa di appuntamenti, di “Start Livorno”, manifestazione della durata di tre giorni, che ha immerso durante il week end, fino a sabato 29 giugno, la nostra città nel mondo dell’arte contemporanea.

Start e l’incontro con Patrizia Sandretto Re Rebaudengo come ha ricordato la Barontini sono stati organizzati dall’associazione Blob Art diretta da Paolo Batoni all’interno del contesto del premio Combat.

Alice Barontini ha presentato la Sandretto Re Rebaudengo dicendo che è l’unica collezionista Italiana alla quale viene dedicato attualmente un intero ciclo di mostre alla Whitechapel Gallery di Londra.

La Barontini ha continuato affermando che quella della Sandretto Re Rebaudengo è una delle collezioni private più importanti non solo in Europa ma anche a livello mondiale e comprende tra alcuni dei maggiori artisti della scena internazionale da Damien Hirst ai fratelli Chapman a Paul McCarthy a Anish Kapoor.

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo ha preso la parola raccontando che esattamente 21 anni fa si è avvicinata all’arte contemporanea.

Con un’amica collezionista ebbe l’occasione di recarsi a Londra scoprendo il mondo incredibile degli artisti contemporanei e ne conobbe alcuni tra i quali lo scultore Anish Kapoor che vive a Londra, famoso per aver realizzato la torre per la biennale di Venezia nel 1990.

La collezionista entrando nel particolare studio di Kapoor e parlando con lui si rese conto di vivere direttamente la storia di questo artista e la storia dell’arte contemporanea e decise quindi di cominciare a collezionare.

All’inizio la sua collezione si divise per 5 filoni tematici, includendo l’appassionante arte inglese, l’affascinante arte di Los Angeles, che scoprì andando a visitare gli studi degli artisti situati nella città Californiana, l’arte al femminile purtroppo non molto valutata pur essendo estremamente importante e della quale andò alla scoperta durante il suo percorso conoscendo delle artiste in cui lei trovò essenziale ciò che riuscivano a trasmettere attraverso le loro opere, l’arte italiana sicuramente fondamentale e la fotografia anche quella antica.

La collezionista in seguito ritenne questa prima struttura della sua collezione troppo piccola, perchè il mondo dell’arte stava subendo un cambiamento e preferì dimenticarla, cercando di andare sempre di più a passo con i tempi e pensando alla collezione in modo molto più aperto.

Intanto il 6 aprile 1995 a Torino fu istituita la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, per favorire l’arte contemporanea attraverso mostre, attività educative e eventi culturali.

La sede di Torino che è stata inaugurata nel 2002 si trova in un edificio di 3.500 mq ed ha un ampio spazio espositivo, una project room e un aula didattica per i laboratori educativi.

Dispone anche di un auditorium per convegni e conferenze, un bookshop, una caffetteria e un ristorante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...