CecinAutori bilancio rassegna e consegna premio letterario Geiger

Fonte ILogo

manfredi 2

Una partecipazione straordinaria oltre ogni aspettativa e la grande qualità degli eventi culturali ha contrassegnato la prima edizione di “CecinAutori. Festival della letteratura, delle arti e dello spettacolo” che si è conclusa ieri a Cecina (Li). Una manifestazione organizzata dalla Fondazione Culturale Hermann Geiger con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Cecina, media partner Radio Toscana e la collaborazione degli studenti dell’Istituto Isis Marco Polo di Cecina. Per tre giorni da venerdì 2 a domenica 4 agosto, piazza Guerrazzi è stata trasformata in un vero  e proprio salotto letterario con undici tra incontri, dibattiti, presentazioni di libri e concerti, con la presenza di big della cultura e della narrativa come il regista Pupi Avati, l’archeologo Valerio Massimo Manfredi, il criminologo Massimo Picozzi, lo scrittore Federico Moccia, il musicista e cabarettista Stefano Nosei, la scrittrice Antonella Boralevi e l’ufologo Roberto Pinotti. A tutto questo si è aggiunto la consegna, ieri sera a conclusione della rassegna, della prima edizione del Premio Letterario Hermann Geiger per scrittori esordienti  a cui hanno partecipato 25 autori proposti dalle più prestigiose case editrici italiane. Il premio è stato assegnato dalla giuria al giovane scrittore napoletano Marco Marsullo per il libro “Atletico minaccia Football Club”, ( Einaudi Editore), “per l’originalità della scrittura e la novità del tema calcio trattato con scanzonata freschezza”, recita la motivazione. Un’opera prima che sta riscuotendo un grande successo di vendite in cui Marsullo descrive la passione, i sogni infranti dei piccoli e grandi campionati minori del profondo sud lontani da luci e telecamere dove fango e polvere non mancano e dove alla fine s’infila dentro anche la camorra. Il tutto con ironia e con un linguaggio fresco e ricco di sfumature. Il premio è stato consegnato a Marsullo dal sindaco di Cecina Stefano Benedetti, dal presidente della Fondazione Geiger Giovanni Servi e del vicepresidente della giuria del premio Giovanni Pelosini. Inoltre sono state consegnate due menzioni speciali a Giovanni Di Giamberardino per la “La marcatura della regina” (Edizioni Socrates, 2012) e a Giuseppe Marotta per il suo libro “E i bambini osservano muti” di (Corbaccio, 2012). “Siamo davvero molto soddisfatti – ha detto il presidente della Fondazione Geiger Giovanni Servi – che un pubblico così numeroso e attento abbia apprezzato la qualità della manifestazione. Un risultato, per noi e la città di Cecina, che ci riempi d’orgoglio in linea con gli indirizzi del nostro statuto che puntano alla promozione la più ampia possibile delle attività culturali senza scopo di lucro. Voglio poi ringraziare i nostri collaboratori e tutte le persone e i volontari che in questi tre giorni hanno messo in campo passione e impegno – ha concluso Servi  – perché il successo di Cecinautori è merito anche loro”. Info www.cecinautori.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...