Handicap, negli uffici comunali arriva l’interprete per i sordi

Fonte Comune di Livorno

sordiParte il 19 dicembre all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune (URP) un importante servizio per le persone sorde che verrà attivato in collaborazione con  l’Ente Nazionale Sordi e con Associazione “COMUNICO”.

Si chiama “Sportello ABC, Abbattimento Barriere Comunicative” nei confronti appunto di persone con deficit auditivo.

Il servizio prevede la presenza di un interprete di LIS (Lingua dei segni italiana) e di un Assistente alla Comunicazione per due volte alla settimana (lunedì dalle 11.30 alle 12.30 e giovedì dalle 16.30 alle 17.30).

Gli interpreti aiuteranno le persone sorde o chi ha necessità di comunicare frequentemente con persone sorde, a sbrigare pratiche burocratiche e più in generale ad accedere ai servizi del Comune. Potranno accedere allo sportello ABC anche le persone straniere visto che il linguaggio dei segni è internazionale.

Il servizio è su prenotazione (anche per SMS) al numero 347-4058774 e al fax 0586-503122, email livorno@ens.it<mailto:livorno@ens.it> eassociazionecomunico@gmail.com<mailto:comunico@gmail.com>

Tutte le informazioni per come accedere al servizio saranno disponibili sul sito del Comune, di ENSS Livorno e dell’associazione COMUNICO. Inoltre un volantino informativo è stato mandato a tutte le istituzioni pubbliche di Livorno e Collesalvetti (Circoscrizioni, Comune di Collesalvetti, Distretti Asl, Ospedale, Asl ufficio Ausili, Prefetura, Questura, Agenzia delle Entratre, Inps,scuole, ecc).

Secondo un rapporto ISTAT del 2009-2010, la disabilità legata al deficit uditivo coinvolge in maniera più o meno grave l’1,8% della popolazione. La sordità infantile colpisce 1-2 nati su 1000 (sordi perlinguali); 50-100 bambini nascono sordi ogni mese in Italia, da 600 a 1200 ogni anno. Sul territorio di Livorno e provincia sono residenti 160 soggetti sordi profondi, da aggiungere a un 20% di sordi gravi riconosciuti invalidi civili che usufruiscono di pensione di invalidità e dei diritti sanciti dalla L.104/92 come i sordi profondi (insegnanti di sostegno a scuola, assistenza comunicativa specialistica nell’inserimento scolastico, extrascolastico e sociale).

La sordità, come spiegano i rappresentanti dell’ENS e dell’associazione COMUNICO, è un handicap invisibile e subdolo, che si riconosce solo al momento della comunicazione. Il fatto che sia invisibile crea equivoci e disorientamento in chi non lo conosce. Le persone sorde usano due metodi per comunicare:ci sono sordi che usano solo ed esclusivamente la lettura labiale e parlano, ci sono sordi che usano la lingua dei segni, oltre che quella oralista. In entrambi i casi hanno bisogno di assistenti alla comunicazione specializzati

L’iniziativa è stata presentata alla stampa dall’assessore al Sociale Carla Roncaglia. Presenti per l’ Associazione “COMUNICO” la presidente  Vania Vitolo, per l'”Ente Nazionale Sordi il consigliere regionale dell’ENS Raffaele Paternoster e le interpreti Francesca Luporini e Laura Pacini.

Per il Comune hanno partecipato, insieme all’assessore Roncaglia, la dirigente Affari Generali Graziella Launaro, la dirigente U.O.va Servizi Sociali Senia Bacci Graziani, la responsabile dell’Ufficio Area Handicap e Ridotta Autonomia Alessandra Alonzi, la Responsabile URP Odetta Tampucci.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...