CS: Ematologia, la sperimentazione internazionale parla livornese

Fonte Usl 6

Capochiani_Enrico

Tempi di trattamento farmacologico dei pazienti ridotto a pochi minuti ed effetti collaterali azzerati. Sono questi i primi risultati raccolti dalla sperimentazione condotta dal reparto di Ematologia dell’Azienda USL 6 di Livorno e che hanno riscosso un unanime apprezzamento nel corso dell’ultimo convegno internazionale organizzato dalla Società europea di Ematologia.

“La nostra struttura è stata selezionata due anni fa – ricorda Enrico Capochiani, responsabile dell’Ematologia dell’Azienda Usl 6 – come centro di riferimento nazionale per la conduzione di alcuni studi scientifici su nuovi farmaci contro i linfomi. I risultati emersi sono stati davvero sorprendenti ed hanno attirato l’attenzione di molti ricercatori internazionali. Modificando la modalità di somministrazione di particolari anticorpi creati artificialmente con lo scopo di attaccare le cellule tumorali, ovvero passando dall’endovena al sottocute, sono stati raggiunti due grandi traguardi. Il primo è l’abbattimento dei tempi necessari per la somministrazione stessa: se prima servivano anche sette ore di ricovero in ospedale adesso dopo pochi minuti  il paziente può tornare tranquillamente a casa. Una possibilità dovuta anche al secondo grande traguardo ovvero alla scomparsa di effetti collaterali che prima ritardavano le dimissioni”. Il reparto livornese che ogni anno assicura circa 200 ricoveri e oltre 2500 visite specialistiche era stato scelto come coordinatore nazionale dopo un’attenta e puntigliosa valutazione da parte di una casa farmaceutica internazionale. “Questo ha permesso non solo ai pazienti livornesi di potersi avvantaggiare per primi delle più recenti e innovative terapie, ma anche all’Azienda di poter contare su forniture gratuite del farmaco assicurandosi di poter ospitare una sperimentaziione clinica a costo zero senza quindi avere quindi ricadute su tutti gli altri pazienti. Una modalità che rafforza la fiducia dei pazienti nei confronti dei servizi offerti e del valore e delle capacità dei professionisti messi a disposizione: un classico esempio di buona sanità realizzata senza stravolgere i propri budget e senza sacrificare le legittime aspettative dei nostri utenti”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...