Stati Generali del Turismo a Livorno

Fonte Comune di Livorno

Stati generali del turismo alla bottega del caffè

Un pubblico numeroso e qualificato ha partecipato, venerdì 21 novembre  alla Bottega del Caffè,  alla prima edizione degli Stati Generali del Turismo a Livorno promossi dal Comune di Livorno. L’assessore comunale al Turismo e Marketing Territoriale professor Nicola Perullo aveva chiamato a raccolta tutti coloro i quali lavorano nel settore o sono direttamente o indirettamente interessati al tema del turismo: operatori turistici, enti, associazioni di categoria e associazioni culturali.
Sono intervenuti all’incontro, moderato dal giornalista di Granducato tv Francesco Gazzetti, insieme a Perullo e al sindaco Filippo Nogarin, l’assessore al Commercio Paola Baldari e l’assessore alla Cultura Serafino Fasulo. Ha partecipato anche il  dirigente della Regione Toscana per il Turismo Paolo Bongini, che si è messo a disposizione perchè Livorno possa intercettare fondi europei per lo sviluppo turistico. Bongini ha specificato che “per fare turismo bisogna innanzitutto crederci, e avere la consapevolezza che è necessario rinunciare a un po’ di sovranità, perchè quando arriva altra gente bisogna condividere la città”. Nell’occasione l’assessore al Turismo ha anche presentato la prima bozza del “Manifesto per il Turismo” della città, che intende completare e completare in termini pratici con il contributo della città, in un’ottica di condivisione e partecipazione. “Obiettivo dell’incontro – specifica l’assessore – è  quello presentare e discutere le linee generali sulla riconversione di Livorno in città a vocazione turistica e ospitale, all’interno di un quadro strategico complessivo che coinvolga la vita della sua comunità in tutti i suoi aspetti. Questa Amministrazione – ha detto – ha nelle sue linee di mandato un forte asset strategico su turismo, cultura e commercio per ripensare l’intersa città.
Secondo l’assessore Perullo, “per fare turismo, infatti, non basta semplicemente avere idee, proporre iniziative o richiedere strutture. Fare turismo significa innanzitutto promuovere la città a partire da un suo nuovo modo di viversi e di rappresentarsi, dopo decenni in cui la sua vocazione è stata di tutt’altro tipo”.
“È solo attraverso una nuova mentalità dell’apertura – aggiunge Perullo – che è possibile vincere la sfida del turismo e attirare persone e risorse dall’esterno. Occorre investire dunque innanzitutto in formazione e cultura, per risvegliare la sensibilità e l’orgoglio per la propria città, non in un’ottica di chiusura ma di accoglienza e di scambio”.
“Questo – conclude l’assessore Perullo – è il sentiero dal quale dovranno nascere i progetti, le organizzazioni e iniziative in vari settori con valenza turistica. Senza una visione d’insieme, alta e a medio/lungo termine, non potrà svilupparsi una vera sensibilità turistica, che vogliamo nell’ottica di processi partecipativi, sostenibili e innovativi”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...