Eredità del Novecento. Arte e design nelle collezioni civiche livornesi

Fonte Comune di Livorno
eredità del novecentoSi aprirà in questo fine settimana a Livorno la mostra “Eredità del Novecento. Arte e design nelle collezioni civiche livornesi” allestita nella sede degli ex Granai di Villa Mimbelli  e presso i locali della Fondazione Livorno.

L’esposizione si divide in due percorsi : uno dedicato al design degli anni Settanta, con opere provenienti dai depositi del Museo G. Fattori, che avrà luogo presso la Fondazione Livorno (piazza Grande) con inaugurazione venerdì 4 settembre alle ore 17.30 ; e l’altro dedicato alle opere di arte contemporanea che costituirono la Prima Biennale con la quale si inaugurò nel 1974 il Museo Progressivo di Arte Contemporanea a Livorno. Questa sezione sarà allestita presso gli ex Granai di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva) e verrà inaugurata sabato 5 settembre, sempre alle ore 17.30. Entrambe le mostre  resteranno aperte fino al 31 ottobre.

E’ un momento storico” – ha esordito l’assessore alle culture del Comune di Livorno Serafino Fasulo in apertura della conferenza stampa di presentazione  a cui hanno preso parte il Presidente della Fondazione Livorno,  avv. Barsotti ed i due curatori dei percorsi espositivi, Mattia Patti e Antonella Capitanio.
Momento storico  in quanto vede una ricca collezione d’arte, tra le migliori a livello nazionale, uscire dai depositi museali dove per anni è stata custodita per essere esposta a fruizione della città”. “ Era incomprensibile tenerla celata– ha detto – ora queste opere potranno raccontare un periodo storico importante della vita culturale livornese per poi trovare spazio definitivo  nel futuro museo della città”. 
L’evento espositivo nel suo complesso si inserisce in un più ampio progetto realizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con l’Ente Cassa di Firenze che si intitola : Toscana ‘900 Piccoli Grandi Musei 2015 e che vede il coinvolgimento di molti musei toscani e fondazioni bancarie che partecipano con eventi e iniziative culturali promosse in tutta Italia al seguito di Expo 2015.
Livorno con il Museo G. Fattori come museo capofila e la Fondazione Livorno hanno scelto di partecipare all’evento con questa mostra che si pone l’obiettivo di presentare al pubblico una selezione cospicua e interessante delle collezioni civiche livornesi relative all’arte contemporanea ovvero a quel patrimonio artistico italiano prodotto tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta del Novecento.
A Livorno, città che ha sempre avuto una propensione per l’arte contemporanea, nacque il primo Museo progressivo di Arte Contemporanea nel 1974. L’attività del Museo cessò verso la fine degli anni Ottanta ma quell’esperienza fu decisiva per la città poiché confluirono a Livorno le esperienze artistiche delle avanguardie che animavano il panorama artistico italiano degli anni Settanta.

Le due mostre che l’Amministrazione comunale e la Fondazione Livorno intendono proporre, ripercorrono in parte quelle esperienze : da una parte si espongono in tre sale dei Granai di Villa Mimbelli alcune opere che furono presentate alla prima Biennale che inaugurò il Museo Progressivo, e in Fondazione si ricostruisce, mediante una accurata selezione, l’esposizione “Progetto-Struttura. Metodologia del design” tenutasi nella primavera del 1975 come sesto evento promosso dal Museo che si era costituito da pochi mesi.

Nella sezione dedicata all’arte saranno presenti opere di Mario Schifano, Emilio Tadini, Concetto Pozzati, Eduardo Arroyo, Giangiacomo Spadari, Paolo Baratella, Fernando De Filippi, Riccardo Guarneri, Claudio Olivieri, Valentino Vago, Guido Strazza, Claudio Verna, Gianfranco Zappettini, Giorgio Griffa, Marco Gastini, Fabio Mauri, Claudio Parmiggiani, Titina Maselli, Tancredi Parmeggiani, Emilio Isgrò. 
Nella sezione dedicata al design saranno esposti i progetti, i disegni e alcune realizzazioni di cinque tra i maggiori designer italiani di quegli anni:  Giulio Confalonieri, Sivio Coppola, Franco Grignani,  Bruno Munari, Pino Tovaglia.

Le mostre saranno a ingresso gratuito ed osserveranno i seguenti orari di apertura:
presso la Fondazione Livorno, Piazza Grande 23, : 5-6 settembre, 26-27 settembre, 3-4 ottobre 10.00-13.00 e 16.00-19.00; dal lunedì al venerdì visitabile su appuntamento e con visite guidate – per prenotazione coop. Diderot (+39) 3737607467 info Fondazione Livorno (+39) 0586 826111 info@fondazionelivorno.it
presso gli ex Granai di Villa Mimbelli, via San Jacopo in Acquaviva 65, : dal martedì alla domenica 10.00-13.00 e 16.00-19.00 una guida sarà a disposizione dei visitatori ogni sabato pomeriggio a partire dalle ore 17.00  info Villa Mimbelli/Granai tel. (+39) 0586 808001 – 824620 – 824610  e-mail: museofattori@comune.livorno.it

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...