La notte di San Lorenzo

Di Michela Giorgi

220px-Pietro_da_cortona,_martirio_di_san_lorenzoTra la fine di luglio e la fine di agosto si manifesta un evento cosmico molto conosciuto, il transito delle Perseidi, che è uno sciame meteorico noto anche come lacrime di San Lorenzo, e quindi il 10 agosto, come è ormai di abitudine ogni anno, durante la notte emblematica di San Lorenzo si potrà osservare il cielo in attesa di scorgere una stella cadente o forse anche di più.

Ma per poter gustare al meglio il meraviglioso spettacolo occorrono soprattutto un luogo buio lontano da sorgenti luminose e condizioni atmosferiche favorevoli.

La notte di San Lorenzo è importante non solo dal punto di vista astronomico per poter scrutare le stelle cadenti che furono osservate per la prima volta nel 36 d.C, ma anche per ricordare il martirio di San Lorenzo che è stato condannato al rogo il 10 agosto del 258 d.C.
In questo caso le meteore nella notte del 10 agosto simboleggiano le lacrime versate dal religioso durante la sua afflizione.

Perciò la tradizione narra che coloro che rammentano la sofferenza di San Lorenzo osservando “le sue lacrime” potranno esprimere un desiderio che si realizzerà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...