Un viaggio nell’improvvisazione musicale con #solandata

Fonte Comune di Livorno

Livorno è spesso stazione di passaggio per musicisti/viaggiatori, o viaggiatori/musicisti. Dal loro incontro
nascono performance uniche e irripetibili che fanno “risuonare” ambienti significativi della città, spesso inesplorati, o mai fruiti come luoghi di ascolto, in questo modo, nell’ambito del progetto LINC/Suonare la città  #solandata li anima e li ripropone all’attenzione del pubblico.

Si inizia mercoledì 5 aprile, alle ore 18.45, nell’atrio della Biblioteca F.D. Guerrazzi (viale della Libertà 30) con l’azione musicale a cura di Stefano Agostini e Guy Frank Pellerin. Interpreti: Jean-Michel Van Schouwburg, voce; Bruno Gussoni, flauto; Guy Frank Pellerin, sassofoni; Angelo Contini, trombone; Matthias Boss, violino; Marcello Magliocchi, batteria e percussioni.

Gli interpreti:

Jean-Michel Van Schouwburg, voce (BE)
Il suo lavoro si basa sull’improvvisazione vocale e le tecniche vocali estese. Le sue performance comprendono una vasta gamma di lingue musicali che si sviluppano come libera improvvisazione interattiva, con i suoi quasi tre ottave, il falsetto, le armoniche, gli Yodels, l’articolazione veloce, i rumori della bocca, le invenzioni di linguaggi ed espressione corporea. Ampia la sua discografia composta da registrazioni da solista, e collaborazioni con diversi musicisti internazionali. Le sue performance da solista sono state presentate in molte città europee come Londra, Lille, Nitra, Liegi, Madrid, Brno, Gand, Budapest, Rotterdam, Parigi, Provenza, Milano, Bologna, Bari e Bruxelles..

Matthias Boss, violino
È uno dei più interessanti artisti d’avanguardia della scena musicale europea. Lavora in teatro in Svizzera e attualmente è impegnato in diversi progetti con i musicisti più rappresentativi della scena europea: R. Del Piano, M. Magliocchi, C. Zingaro, A. Moimeme, P. Curado, P. Chagas, J.P.Viegas, J.M. Van Schouwburg, Maresuke Okamoto, N. Guazzaloca, Marcio Mattos e molti altri.

Bruno Gussoni, flauto
Si interessa all’esecuzione di musica improvvisata a partire dalla seconda metà degli anni ’60.
Inizialmente influenzato da Ornette Coleman e altri musicisti free jazz, e da musicisti creativi della scena di Chicago ha poi iniziato a praticare il gioco d’improvvisazione totale con molti improvvisatori radicali provenienti da tutto il mondo.
I suoi strumenti principali sono i flauti, utilizzati per creare un linguaggio unico e personale che produce suoni sperimentali.

Angelo Contini, trombone
Si interessa al jazz e alla musica improvvisata all’inizio degli anni ’70. Collabora con il trombettista Guido Mazzon e il batterista Toni Rusconi e nei primi anni 80 entra nel Gruppo Contemporaneo. Nel 1984 registra l’LP “aspettando i dinosauri”. Prosegue inoltre nell’approfondimento delle potenzialità del trombone e del didjeridoo. Collabora con danzatori e artisti multimediali e tiene concerti in Italia, Francia, Belgio, Inghilterra, Germania, Usa.

Marcello Magliocchi, batteria e percussioni
Esploratore musicale è attivo dai primi anni ’70 ed è considerato tra i fondatori in Italia del modern drumming, ispirato alle nuove ed attuali pratiche compositive ed esecutive della batteria nel jazz e nelle musiche contemporanee. Ha suonato e registrato in molti e variegati universi musicali per affrontare e approfondire diversi linguaggi come il jazz, la composizione istantanea, la musica dal vivo per film muti, nei differenti aspetti della rappresentazione dell’arte contemporanea del suono e ha interagito anche con il mondo della danza, del teatro, della musica elettronica e dei supporti video. Il suo lavoro si focalizza sulla ricerca timbrica e ritmica nella esperienza del drumming contemporaneo.

Guy Frank Pellerin, sassofoni
Ha iniziato 40 anni fa suonando il sassofono solista, poi ho aderito a un gruppo a Parigi, influenzato dalla musica di Soft Machine, Gong, Van Der Graaf Generator e Frank Zappa. Ho studiato alla scuola IACP con Alan Silva e ha avuto diverse esperienze musicali con i vari tipi di musicisti e altri artisti: pittori, attori, ballerini e gruppi come “Les Grooms” e “Les Passagers”. Ha suonato con Bobby Few, Noël Macghee, Frank Wright, Sunny Murray, Benjamin Henocq, Didier Petit, Pascal Bréchet, Itaru Oki, Jean-François Canape, Mike Zwerin, e Jeff Sicard. Più di recente ha collaborato con Bruno Girard, Michel Vogel, Marcello Magliocchi, Mauro Sambo, Nicola Guazzalocca, Antonino Siringo, Joao Pedro Viegas, Roberto Delpiano, Massimo Falascone, Pat Moonchy e altri, sia su Internet che dal vivo.

LINC è una piattaforma creativa, reale e virtuale, dedicata ai linguaggi del contemporaneo composta dalle associazioni React e Itinera. #solandata è un progetto di LINC 2017 ideato da Stefano Agostini, Valentina La Salvia e Daniela Vianelli, grazie alla collaborazione del  Comune di Livorno con la Biblioteca Labronica e Autorità Portuale.

Info:
LINC
Itinera Progetti e Ricerche – Società Cooperativa
Sede legale e uffici: via Borra 35, 57123 LIVORNO
Telefono: +39 0586 894563 / +39 0586 278477
Fax: +39 0586 219475www.livornoincontemporanea.it
info@livornoincontemporanea.it

Ufficio Cultura, Spettacolo e Rapporti con Università e Ricerca
Tel. 0586 820521 – E-mail: cultura@comune.livorno.it
Ufficio Sistemi Bibliotecari
Tel. 0586824511 – E-mail: labronica@comune.livorno.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...