Basket, Libertas batte la Synergy Valdarno

Fonte Ufficio Stampa

pallone_basketSecondo successo consecutivo per la Libertas; dopo aver battuto Lucca nel derby delle Libertas, questa sera la truppa di Pardini la spunta agevolemente su Synergy Valdarno. Una partita senza storia nella quale i gialloblu, per l’occasione di bianco vestiti, hanno dominato in lungo ed in largo chiudendo addirittura a + 45. Infatti al termine il tabellone segna 103 – 58 per Nesti e soci.

A testimoniare la facile vittorie anche i parziali; dopo aver chiuso avanti di 5 il primo quarto (23-18) i ragazzi di Pardini mettono il turbo nel secondo tempino andando, grazie ad una tripla di Picchianti, scatenato nei primi 20′ sulla sirena, a + 17 all’intervallo lungo. Un vantaggio che si amplifica al ritorno dagli spogliatoi. A fine terzo quarto Forti e compagni sono addirittura a + 41 garantendosi già a 10′ dalla sirena il quarto successo stagionale. L’ultimo tempino è pura accademia, con Pardini che manda tutti i 10 componenti la squadra a referto.

Da segnalare i 2 punti di Giacomo Vestri, per la prima volta convocato con la prima squadra. Alla fine il top scorer è capitan Nesti con 21 punti, frutto di un bel 6/11 con 2/2 nelle “bombe”. In doppia cifra anche Forti (15), Picchianti (13), Mori,. Maffei e Pastusena (10).

Il tabellino
Libertas Livorno : Forti 15, Picchianti 13, Massoli 7, Nesti 21, Pastusena 10, Fabiani 8, Vestri 2, Mori 10, Maffei 10, Brunelli 7. All. Pardini
Synergy Valdarno: Dainelli 8, Innocenti, Mecaj 5, Barchielli 20, Giuliana 9, Mascherini 6, Yerandy 1, Basilicò 4, Brandini ne, Pelucchini 5. All. Giuliana
Arbitri: Zanzarella e De Luca di Siena
PARZIALI: 23-18, 48-31, 79-38

Annunci

Basket Livorno, il 19/7 è il giorno del giudizio

Di Lorenzo Corradi, www.costaovest.info

19 luglio. Questa è la data oltre la quale il sindaco Cosimi non intende andare oltre per pensare al futuro della pallacanesto livornese. La sinergia con i settori giovanili delle squadre labroniche è buona cosa, ma una città dalle tradizioni cestistiche importanti ha bisogno anche di altro. Quella è infatti la scadenza della causa di fallimento verso il Basket Livorno presentata da tre soggetti, una ipotesi che il primo cittadino vuole scongiurare cercando un accordo con i creditori (se così non fosse il BL verrebbe dichiarato fallito e morirebbe).

A quanto pare le possibilità per farlo ci sono e se ci si riuscisse si potrebbe cominciare a progettare qualcosa. Con calma però, molta calma. Perché anche la stagione 2010/11 è già “andata” ed il PalaLivorno dovrà accontentarsi ancora di concerti, qualche mostra e spettacoli circensi.

L’obiettivo è quello di ritrovarsi tra un anno a buttare giù squadra e staff tecnico per potersi iscrivere al “Campionato di sviluppo” che la Federazione Italiana Pallacanestro inaugurerà appunto per l’annata 2011/12, una categoria con 24 squadre ed immediatamente sotto alla Lega Due, in cui ci sarà un’occhio di riguardo per quelle piazze storiche del basket cadute in disgrazia. Intanto la raccolta fondi prosegue e le notizie in merito non sarebbero così sconfortanti.

Che dire? Tanto per cambiare siamo all’ennesima corsa contro il tempo. Un’abitudine da qualche anno a questa parte. La triade Uccelli-Giusti-Russo è chiamata ad un super lavoro nei prossimi giorni.

Notizie dalla Toscana, 22/6 edizione del mattino

Lucca: rientrato allarme maltempo, la stima dei danni…(LoSchermo)

Portoferraio, marittimo grave dopo aver battuto la testa… (ItalyNews)

Disperso da ieri a Montalcino, proseguono le ricerche…(MaremmaNews)

Pisa:in mostra opere di Giuseppe Viviani…(Virgilio)

Basket, festa scudetto al PalaMensSana…(SienaNews)

Calcio, Rimini-Livorno 1-1

Fonte: www.livornocalcio.it

Il Livorno esce con un pareggio per 1-1 dal “Romeo Neri” di Rimini. Le reti sono state di Docente e Tavano. E’ stata una partita giocata con molta grinta dalle due squadre e che ha visto il Livorno pareggiare grazie ad un bel forcing finale.

Nel primo tempo di questo turno infrasettimanale, che vedeva il ritorno in Romagna di Leo Acori,  la partenza è tutta del Rimini. I padroni di casa premono subito sull’acceleratore e con il tridente formato da Ricchiuti, La Camera e Docente vanno in più di un’occasione vicini al gol. La rete del vantaggio biancorosso arriva infatti puntuale al 20’. Ricchiuti centra in mezzo all’area e Docente, anticipando Bonetto, batte De Lucia con un forte diagonale rasoterra. A questo punto si sveglia anche il Livorno. I labronici, stasera in completo giallo, ci provano con Cellerino, Tavano e Volpe ma Pugliesi è sempre attento. Anzi, sul finire della prima parte è ancora il Rimini dopo uno schema da angolo a sfiorare il raddoppio.

Nella ripresa il gioco è molto spesso interrotto da falli, ammonizioni e sostituzioni. Il Livorno cerca il pareggio con due punizioni. Sugli sviluppi della prima il colpo di testa di Cellerino è bloccato da Pugliesi, sulla seconda il tiro di Loviso è respinto con i pugni. Nel finale assedio finale dei labronici e pari di Tavano che, servito da A.Filippini, batte il portiere romagnolo con un bel sinistro da distanza ravvicinata in diagonale.

Basket, Brindisi-Livorno 79-70

Fonte: Brindisi Tg24

L’Enel Basket Brindisi vince anche contro il Basket Livorno, finale 79-70, dopo il successo conquistato a Reggio Emilia. La squadra di Giovanni Perdichizzi parte, in avvio di gara, con Binetti, Killingsworth, Feliciangeli, Hatten e Gkioulekas. Sandro Dell’agnello, coach del Livorno, risponde con Casella, Boyette, Kemp, Ostler e Foiera. Parte bene Brindisi con il solito Killy, miglior realizzatore della serata, Feliciangeli e Gkioulekas. Nonostante il controllo dell’avvio di gara, da parte di Brindisi, gli ospiti chiudono il quarto col punteggio di 23 a 20. Il secondo periodo è quasi un suicidio per i brindisini, nonostante un antisportivo fischiato a Boyette fatto martire da Michele Cardinali. L’Enel sciupa troppo, nonostante venga tenuta in vita dallo stesso Cardinali, autore di due nuove triple consecutive, così come accaduto in occasione della trasferta di Reggio Emilia. Il brindisino Marco Giuri, in casacca livornese, cerca di fare il guastafeste nella sua città natale, e grazie alla sua forte incisività chiude il primo tempo in vantaggio, per la sua squadra, di sette lunghezze, 37-44. Nel terzo periodo il Pala Pentassuglia, gremito come sempre in ogni ordine di posto, si ammutolisce quando Marcus Hatten corre in panchina dolorante. Per lo statunitense fortunatamente solo una leggera distorsione alla caviglia, pertanto sarà poi in grado di rientrare in partita. Al suono della sirena è Feliciangeli ad impattare il 56 pari sfruttando a pieno un lancio lungo, depositando al volo la palla a spicchi nel sacco. L’ultimo atto è quello del “capitano” Daniele Parente ovviamente, il numero cinque di Brindisi scarica tutta la tensione con due “bombe” che ipotecano la vittoria finale. A “benzina” conclusa per Livorno, come dirà poi Dell’Agnello in conferenza stampa, c’è spazio anche per la spettacolarità del gioco, la firma è del gigante Killingsworth autore di varie schiacciate davvero belle da vedere. Con la vittoria su Livorno, Brindisi è a 24 punti in classifica, assieme a Sassari, Pavia e gli stessi toscani del duo americano Jermain Boyette e Marcelus Kemp.

I TABELLINI

Enel Brindisi – Virgilio, Parente 8, Killingsworth 23, Binetti 12, Feliciangeli 7, Cardinali 8, Hatten 14, Gkioulekas 7, Mocavero, Lestini. All.: Giovanni Perdichizzi

Basket Livorno – Casella 5, Picchianti, Giuri 6, Boyette 12, Rossetti, Kemp 13, Rotondo 2, Bagnoli 13, Ostler 9, Foiera 10. All.: Sandro Dell’Agnello

Arbitri: Emanuele Aronne, Giovanni Modica e Claudio Di Toro

15/03/2009
Donato Dell Olio